Info Prevento
Logo Prevento
logo_regione_veneto head2_left

iconMenu del Portale


iconMenu della Rivista


008 PREVENTO >> Articoli
Genitori Più, un'attenzione al mese

Giunti alla fine della 1^ parte della campagna ci accingiamo ad una valutazione intermedia prima della fase autunnale e cogliamo l'occasione per una breve sintesi delle azioni e delle vaccinazioni promosse.

Leonardo Speri
Mara Brunelli
Ufficio Promozione della Salute,
Dipartimento di Prevenzione
Azienda Ulss 20 Verona
genitoripiu@ulss20.verona.it

Le vaccinazioni.
Punto centrale della campagna GenitoriPiù è promuovere l'adesione a tutte le vaccinazioni previste nel nuovo Calendario del Veneto, non più imposte, bensì promosse come opportunità di salute e partecipazione informata. È per questo che la promozione è fatta insieme ad altri importanti interventi che vedono i genitori protagonisti. Le vaccinazioni rappresentano il gesto più efficace, semplice e sicuro per proteggere i bambini contro importanti malattie, che possono essere causa di gravi complicanze o per le quali non esiste una terapia efficace. Per diventare una scelta sempre più consapevole la decisione deve essere basata su informazioni corrette e complete. Gli elevati livelli di adesione vaccinale della popolazione infantile del Veneto dimostrano la fiducia dei genitori per questo fondamentale strumento di prevenzione. È necessario però mantenere elevate le percentuali di copertura vaccinale raggiunte per poter godere appieno dei benefici di questa azione; percentuale che deve essere tanto più elevata quanto più è contagiosa la malattia (i tassi critici di copertura vaccinale sono compresi tra l'80 e il 92%). La guardia non può essere assolutamente abbassata.

Le azioni mese per mese.
Accompagnata dall'invito costante a vaccinare, mese per mese è stata focalizzata un'azione. Dopo la promozione dell'allattamento al seno e della posizione a pancia in su del lattante, il tema di marzo, la "lettura ad alta voce", è forse fra tutti il più originale, il meno scontato e tra i più piacevoli. Questa abitudine, proposta già nel primo anno di vita, se quotidiana e mantenuta nel tempo, favorisce lo sviluppo del linguaggio, arricchisce la memoria, stimola la fantasia, rende più intensi i rapporti affettivi tra il genitore che legge ed il bambino che ascolta ed è perciò anche un forte stimolo cognitivo. Alcuni studi dimostrano, nel tempo, una maggiore facilità di approccio alla parola scritta, migliore capacità di attenzione, conoscenza di più parole, una migliore disposizione alla lettura ed alla scuola. Usare momenti dedicati, esclusivi, e protetti scegliendo le fasi della giornata in cui il bimbo è più attivo, recettivo, motivato, ma anche in cui il genitore è più disponibile e tranquillo è la ricetta per un'esperienza piacevole.
In aprile è stato promosso l'utilizzo in auto di seggiolini adeguati e montati correttamente; troppi bambini viaggiano in auto senza sistemi di ritenuta o con modelli inadeguati e utilizzati in modo improprio, aumentando così la probabilità di danni dovuti ad incidenti anche banali. Anche per brevi tragitti il bambino va protetto sul sedile posteriore con mezzi di sicurezza omologati, controllando che il seggiolino sia adattabile al sedile dell'auto e seguendo attentamente le istruzioni fornite dal produttore: il dispositivo deve essere adeguato al peso ed alla taglia del bambino (come riportato sul marchio europeo ECE R44/03). Nel mese di maggio l'OMS sottolinea tradizionalmente l'importanza della lotta contro il fumo; pensare alla sicurezza del bambino significa anche non fumare in gravidanza prevenendo nascite premature e il basso peso del neonato, diminuendo il rischio di mortalità perinatale e il rischio della sindrome della morte in culla (SIDS); successivamente proteggere il bambino dal fumo passivo, diminuisce la probabilità di manifestarsi di alcune gravi patologie delle prime vie respiratorie (bronchi e polmoni) e dei casi di SIDS. I genitori devono essere aiutati ad aumentare la consapevolezza su quanto possono fare in prima persona: adottare stili di vita corretti e adeguate misure preventive. Ad esempio assumere l'acido folico, una vitamina che è di grande aiuto per prevenire malformazioni, come la spina bifida, l'anencefalia, la labiopalatoschisi, alcune malformazioni congenite cardiache, del tratto urinario e degli arti. L'assunzione giornaliera di acido folico viene consigliata a tutte le donne in età fertile sia nel caso in cui programmino una gravidanza sia nel caso in cui non la escludano. Anche l'astensione dagli alcolici fa bene al bambino e rinforza le capacità dei genitori di pensare a lui ancor prima del concepimento.
La necessità di "pensare ai propri figli e prendersi cura di loro", è uno dei messaggi chiave della campagna GenitoriPiù (www.genitoripiu.it).



Hai trovato interessante il contenuto di questo articolo?
Scegli un giudizio:
Giudizio: Valutazione articolo 4
Giudizi pervenuti: 3
Committente: Azienda ULSS 17 - Monselice PD - P.IVA 00348220286       Design: PARTE srl - PD
Sito ottimizzato per una risoluzione minima di 1024x768 pixel.