Info Prevento
Logo Prevento
logo_regione_veneto head2_left

iconMenu del Portale


iconMenu della Rivista


011 PREVENTO >> Dai Piani Triennali
Genitoripiù: quando la prevenzione fa sistema

Prosegue la campagna Genitoripiù, avviata nella Regione del Veneto ed ora estesa, per iniziativa del Ministero della Salute, all'intero territorio nazionale. Un modello nuovo, quello veneto, per le 12 Regioni che hanno aderito al progetto, con un unico obiettivo: promuovere la salute dei bambini attraverso sette azioni di fondamentale importanza.

Leonardo Speri
Elena Perusi
Mara Brunelli
Ufficio Promozione della Salute,
Dipartimento di Prevenzione
Azienda ULSS 20 Verona
genitoripiu@ulss20.verona.it

Prendiamoci più cura della loro vita. Così Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey nello spot in onda sulle principali emittenti locali ricordano ai genitori il loro insostituibile ruolo nella salute dei loro bambini. Convinzione questa della campagna Genitoripiù che proprio a loro si rivolge: genitoripiù attenti alla salute dei propri figli, genitoripiù consapevoli nelle loro scelte di salute e quindi genitoripiù protagonisti della salute dei loro piccoli.
La Campagna avviata in via sperimentale nel 2006 dalla Regione del Veneto e conclusasi il 31 dicembre 2007 si appresta ora ad essere estesa all'intero territorio nazionale per iniziativa del Ministero della Salute.

Le sette azioni per la salute del bambino
Ma come possono i genitori essere davvero i protagonisti della salute dei loro piccoli? Attraverso sette azioni di dimostrata efficacia non solo nei primi anni di vita ma accumulando anche un capitale per gli anni futuri.
Come assumere l'acido folico, vitamina preziosa sia per la mamma che per il bambino, non fumare, allattare il bambino al seno e metterlo a dormire a pancia in su, utilizzare durante il trasporto in automobile sempre i dispositivi di sicurezza anche nei tragitti brevi, fargli fare tutte le vaccinazioni consigliate e leggere un libro al proprio bambino ad alta voce. Ma per promuovere in modo integrato queste sette azioni è essenziale una sinergia di tutti gli operatori (pediatri di libera scelta, assistenti sanitari, medici e personale infermieristico dei servizi vaccinali, ostetriche e ginecologi territoriali, medici di medicina generale, pediatri e ginecologi ospedalieri, ostetriche e personale infermieristico dei punti nascita e tutto il personale dei consultori ed altri ancora) che, da prima del concepimento al primo anno di vita, incontrano genitori e bambini.

Una vera e propria rete
Per raggiungere questo obiettivo, particolare attenzione è stata riservata alla costruzione di una rete di referenti impegnati in prima persona nella diffusione dei messaggi della campagna. Pensiamo ai pediatri di famiglia, ai medici, ed agli specialisti in particolare dei Servizi di Igiene e Sanità Pubblica: i primi attori dell'informazione e del sostegno ai genitori per le loro scelte di salute. Per questo è stata ideata ed organizzata una vera e propria rete, punto di snodo per ogni tipo di comunicazione sul territorio: per ogni provincia veneta è stato individuato un referente dei medici SISP, un pediatra di famiglia ed un addetto stampa che si è occupato di veicolare dove possibile i messaggi attraverso i mass media locali.
Localmente i referenti della rete hanno aggregato gli operatori che intervengono nel percorso nascita iniziando a trovare uno stile di comunicazione e promozione adeguato ed omogeneo. Una parte importante per realizzare pienamente questo obiettivo è stata la redazione di un manuale sulle 7 azioni, aggiornato secondo le più recenti evidenze scientifiche, già in distribuzione in tutto il Veneto ed in procinto di diventare uno strumento per tutto il territorio nazionale.
Da ricordare infine che è stato creato un sito internet www.genitoripiu.it al cui interno si possono trovare tutti gli spot della Campagna e link utili sulle sette azioni. Come per la Regione del Veneto la Campagna Nazionale ha ottenuto il patrocinio del Comitato italiano dell'Unicef.



Le regioni aderenti alla campagna: Veneto, Molise, Abruzzo, Calabria, Piemonte, Emilia-Romagna, Sardegna, Umbria, Valle d'Aosta, Puglia, Lazio, Friuli Venezia Giulia. Hanno aderito anche la ASL Milano 2 e Ragusa.


Hai trovato interessante il contenuto di questo articolo?
Scegli un giudizio:
Giudizio: Valutazione articolo 2.5
Giudizi pervenuti: 2
Committente: Azienda ULSS 17 - Monselice PD - P.IVA 00348220286       Design: PARTE srl - PD
Sito ottimizzato per una risoluzione minima di 1024x768 pixel.