Info Prevento
Logo Prevento
logo_regione_veneto head2_left

iconMenu del Portale


iconMenu della Rivista


016 PREVENTO >> Lavoro e Salute
Infortuni e malattie professionali lavorando il legno

Il P.R.E.O. (Progetto Regionale per l'Epidemiologia Occupazionale) ha prodotto l'atlante infortuni e malattie professionali nell'Industria del Legno negli anni 2000-2007. Il comparto è molto importante e non solo dal punto di vista economico. Infatti, il rischio di infortuni gravi e invalidanti e di malattie professionali tumorali (carcinoma dei seni paranasali da polveri di legno) lo ha fatto inserire tra gli obiettivi principali della programmazione regionale delle attività degli SPISAL (Servizi di Prevenzione in Ambienti di Lavoro delle AULSS). La pubblicazione monitora l'andamento infortunistico a supporto delle azioni di prevenzione, documentando una riduzione del numero e dell'incidenza di infortuni in rapporto agli addetti, pur restando quello del legno fra i comparti più a rischio per gravità e incidenza.


Franco Sarto (*)
Roberto Agnesi (**)
Michela Veronese (**)
(*) Direttore Dipartimento di Prevenzione
Azienda ULSS 16 Padova
franco.sarto@sanita.padova.it
(**) Spisal ULSS 16 Padova

L'Industria del Legno rappresenta circa il 3% del tessuto produttivo ma è molto importante economicamente perché produce un saldo attivo import export di circa 3.100 milioni di euro all'anno, circa un terzo del saldo Veneto.

Analisi sintetica dei dati
Gli addetti sono in aumento fino al 2004, poi si registra una diminuzione che limita l'aumento nel periodo al 2% circa. Si evidenzia però diminuzione degli addetti nelle aziende con meno di 15 lavoratori e aumento in quelle più grandi. La maggiore concentrazione di aziende si trova nella provincia di Treviso.


Il numero di infortuni è diminuito del 30% circa passando da 4.048 infortuni nel 2000 a 2.840 nel 2006; anche il tasso grezzo di incidenza è in netta diminuzione di oltre 20 punti, ma resta elevato rispetto agli altri comparti (Figura 1); è alla pari con la metalmeccanica e le costruzioni, inferiore solo a industria dei metalli, agrindustria, estrazioni minerali, trasformazioni minerali e industria della gomma. La percentuale di casi gravi è quella più alta dopo agricoltura, trasporti, estrazioni minerali, costruzioni ed elettricità-gas-acqua; una caratteristica degli infortuni di questo comparto è la frequenza di amputazioni. Il fatto che vi sia una diminuzione del tasso grezzo di incidenza associato ad un aumento di percentuale di casi gravi, un basso numero di casi in franchigia, una riduzione di incidenza più grande negli infortuni con prognosi più breve, fa sospettare la sottonotifica dei casi più lievi e che questo fenomeno sia in aumento negli anni più recenti.
Le malattie professionali denunciate (Tabella 1) mostrano una percentuale bassa di malattie non tabellate mentre è più alta quella di ipoacusie. Di rilievo sono le patologie tumorali (4 casi di carcinoma dei seni paranasali correlati a polveri di legno). Le malattie professionali colpiscono una donna nel 17% dei casi (gli infortuni interessano una donna nel 10% dei casi); questa percentuale è più elevata nelle malattie cutanee (60%) e nei casi di asma (41%). Scarsissime tra le donne sono le ipoacusie (2%).


Conclusioni
Attualmente gli infortuni riconosciuti sono circa 3.000 l'anno. Nel periodo si sono ridotti del 30% e il tasso grezzo di incidenza è sceso di oltre 20 punti; l'incidenza, pur diminuita, rimane comunque rilevante: oltre 50 infortuni ogni 1000 addetti contro una media regionale inferiore a 30‰.
La lettura integrata degli indicatori di incidenza e di gravità fa ipotizzare che l'incidenza sia realmente diminuita ma non nella misura rilevata dall'indicatore; infatti, gli infortuni gravi, pur essendo diminuiti, presentano una riduzione di entità inferiore rispetto ai casi lievi.


Il File PDF dell'atlante può essere scaricato dal sito internet della Regione del Veneto, sezione dati e statistiche, all'indirizzo:
http://www.regione.veneto.it/Servizi+alla+Persona/Sanita/Prevenzione/Salute+e+Sicurezza+nei+luoghi+di+lavoro/


Hai trovato interessante il contenuto di questo articolo?
Scegli un giudizio:
Giudizio: Valutazione articolo 5
Giudizi pervenuti: 2
Committente: Azienda ULSS 17 - Monselice PD - P.IVA 00348220286       Design: PARTE srl - PD
Sito ottimizzato per una risoluzione minima di 1024x768 pixel.